1994 Aprile 

1. Venerdì santo. Bella giornata, assolata, calda. Nella mattinata esposizione dell’eucarestia e preparativi per le funzioni di questa sera. Primo venerdì: comunione agli ammalati. Alle 17,00 via crucis a partire dalla ‘Fontana nova’ fino a S. Pietro. Alle 18,15: celebrazione della passione. Sono presenti le quattro suore messicane arrivate ieri, al primo posto. Una suora pare molto giovane. Non si capisce quale sia la loro funzione e lo scopo della loro venuta. Solo a ‘servizio’ di mons. Alibrandi? Alle 19,30 processione con il ‘Cristo Morto’ e l’Addolorata. Come gli altri anni la varetta del ‘Cristo Morto’ viene portata dalle ragazze, l’Addolorata da alcuni dipendenti comunali (Ufficio idroelettrico, la maggior parte). Sono presenti il vicesindaco Giannetto, l’assessore Raiti, qualche consigliere. Assente il sindaco. Pare comincino a sentire le difficoltà dell’amministrazione. Più tesi e pensierosi dell’ultima volta. La processione termina nella Basilica, dove l’arciprete conclude con un ‘fervorino’.

2. Sabato santo. Variabile. Vento, tramontana. Nella mattinata preparativi nella chiesa S. Pietro per la veglia pasquale. Vengono in chiesa mons. Alibrandi e due suore messicane. La superiora delle figlie di S. Anna riferisce che sono anche andate a visitare tutto l’istituto. Per quale attività sarebbero ‘anche’ venute? Mistero! E’ certo che quattro suore sono veramente troppo solo per il servizio di mons. Alibrandi. Dunque: avranno prospettato loro qualche altra attività. Quale? Con il tempo si scoprirà. Prove di canto alle 15,00 fino alle 17,00. Questa sera la veglia comincerà alle 22,30. Manifesti abbondanti e sparsi per tutto il paese con i ringraziamenti dell’on. Floresta e del senatore Presti. Un grande GRAZIE  al centro, sotto la scritta “Il miracolo è incominciato”. Alle 21,00 celebrazione pasquale a Verzella. La superiora riferisce che le suore destinate a rimanere da mons. Alibrandi sono due. Le altre due sono la superiora generale e un’assistente generale. Sarebbero di recente fondazione. La veglia pasquale a S. Pietro inizia alle 23,00. Presiede mons. Alibrandi. Concelebrano l’arciprete Savoca e l’arciprete Cannavò. Presenti le quattro suore messicane. Il coro canta bene. Accompagnano con la chitarra Salvo Sanfilippo e Franz Nastasi. Come l’anno scorso, anche quest’anno problema al ‘Gloria’ per lo svelamento del Risorto! Solo dopo la fine del canto del Gloria si riesce con molta fatica a togliere il velo. La funzione finisce alle 0,15. Chiesa abbastanza piena, anche se un po’ meno della notte di Natale.

3. Domenica di Pasqua. Variabile. Coperto, soprattutto nel pomeriggio. Messe: 8,00, S. Pietro; 9,15, S. Vincenzo; 10,00, Carmine; 10,15, Verzella; 11,30: S. Pietro; 18,15: S. Pietro. A Gravà sarà andato don Enzo Di Mura? La messa delle 11,30 viene presieduta da mons. Alibrandi. Sono presenti il sindaco, il vice, qualche assessore. Il sindaco Bellia sembra non star bene: per tutta la messa seduto, barba lunga, quasi sofferente o preoccupato: un atteggiamento da venerdì santo. Chiesa molto gremita. Sono presenti due suore messicane, superiora ed assistente generale. Dopo la messa prima richiesta di matrimonio SICARI GIUSEPPE – GINARDI FRANCESCA. Nel pomeriggio l’arciprete, come consuetudine per le feste di Natale e Pasqua, rimane a casa. La messa delle 18,15 viene celebrata dall’arciprete Savoca. Inizia la predica scusandosi perchè non ha preparato l’omelia. Ma – … è giusto, nel giorno del Natale, rivolgervi un breve pensiero… L’intervento del signor Giuseppe Currenti (ex fratello laico gesuita) che lo assiste sull’altare lo riporta a Pasqua, anche se diverse volte, nei pochi minuti della sua esortazione, ritorna ancora a Natale. Locandine dell’amministrazione comunale per gli auguri di Pasqua. Una locandina è intestata congiuntamente Parrocchia e Comune, a nome del Comitato per i festeggiamenti in onore della Madonna della Catena. Riporta invito a partecipare alla riunione di giovedì 31 marzo e alle successive riunioni ogni venerdì alle 19,00. Le riunioni sono aperte a tutti.

4. Lunedì. Pasquetta. Variabile. Coperto, in mattinata. Pioviggina, più intensamente a partire dalle 10,30 ca. fino al tardo pomeriggio. Sono le 18,50 e piove, lentamente, senza interruzione. Levante. Partono alcuni emigrati venuti per le votazioni e per la Pasqua. Traffico non molto intenso, ma discreto. Chi aveva programmato la sua ‘pasquetta’ è uscito lo stesso. E’ morto il signor Cosentino. Funerali domani alle 15,00.

5. Martedì. S. Vincenzo. Coperto, tramontana, vento. A tratti piove. Si abbassa la temperatura. Messe nella chiesa S. Vincenzo: ore 8,15; 11,00; 18,00. Rispetto agli altri anni meno affluenza di fedeli. Oltre che le condizioni del tempo, pare possa aver influito il fatto che non c’è stato il triduo di preparazione e lo sparo di bombe. Nel pomeriggio funerali del signor Salvatore Cosentino, anni 67. Nella sola giornata di oggi si sono raccolte oltre £.500.000 di offerte in onore di S. Vincenzo. Serviranno, come gli altri anni, a portare a termine lavori di sistemazione della chiesa. L’arciprete parla di pittura degli interni. Alla fine della messa avvisa che quest’anno la festa votiva di maggio sarà spostata alla seconda domenica. Il motivo: la visita del papa il 30 aprile a Catania e il primo Maggio a Siracusa. Per rispetto alla presenza del Papa si è pensato, d’accordo con l’amministrazione comunale, di rimandare la festa alla seconda domenica.

6. Mercoledì. Nevischio. Si abbassa bruscamente la temperatura. Neve sui monti intorno. Per tutta la giornata continua a nevicare sull’Etna e intorno, mentre qui arriva neve sciolta. Vento forte.

7. Giovedì. Continua per tutta la notte nevischio, vento, freddo. Variabile, vento, tramontana. Nella prima mattinata, intorno alle 05,00 muore all’improvviso l’ing. Rosario Russotti, marito della prof.ssa Anna Bellomo. Poco prima la figlia Federica era partita per la gita scolastica a Parigi con il Liceo Scientifico ‘Caminiti di Francavilla. Vengono subito avvisati alcuni parenti che abitano a Villa S. Giovanni. L’IC dovrebbe partire da Villa alle 07,35. Federica viene riportata a casa. Molte visite nella giornata alla famiglia. Dalle 15,00 alle 18,00 consigli di classe, sez. A, alla scuola media. I consigli previsti per domani sono rinviati ad altra data. Domani la seconda B, accompagnata dai professori Manitta e Bella andranno ad Enna dove un’alunna della stessa classe, Antonella Papa, riceverà un premio per una poesia dal titolo ‘Diamanti’, per il concorso ‘Ragazzi in gamba’.

8. Venerdì. Variabile; vento, tramontana. Alle 16,00 funerali del geometra ROSARIO RUSSOTTI. Presiede Mons. Alibrandi; concelebrano gli arcipreti Savoca, Cannavò, don Achille Quattrocchi; assistono p. Vincenzino Di Mauro, parroco della parrocchia S. Francesco di Linguaglossa (parrocchia di appartenenza del signor Nino Russotti, fratello del geometra), il sac. Treffiletti. Molta gente. E’ presente l’ex-sindaco Enzo Grasso. Molto dimagrito. Sono in chiesa le figlie Stefania e Federica. La signora Anna, la moglie, rimane in casa. Stefania è ancora molto scossa, agitata. Alle 19,00 riunione nel palazzo comunale del comitato per i festeggiamenti in onore della Madonna della Catena.

9. Sabato. Variabile. Vento, tramontana. Il prof. Manitta porta alla Preside l’attestato di partecipazione al premio ‘Ragazzi in gamba’. Matrimonio a Solicchiata della figlia del signor Marco Pagano con il Dott. Franco Savoca. La classe terza B, per il comportamento tenuto alla quinta ora (turpiloquio, bestemmia da parte di qualcuno …) viene sospesa per intero per la giornata di lunedì 11 aprile. Martedì entreranno a scuola accompagnati dai genitori. Oggi non ci sono prove di canto. Alle 17,30 matrimonio in Comune della signorina Mariella Nicotra con un signore di Linguaglossa. Lo sposo è divorziato. Nella via Regina Margherita cominciano a sistemare i pali per la illuminazione della festa di maggio. La ditta pare sempre la stessa, almeno da tredici anni a questa parte.

10. Domenica. Variabile, coperto. La messa delle 8,00 non viene celebrata dall’arciprete Cannavò. La messa delle 10,00 al Carmine viene celebrata dall’arciprete Cannavò. Alla messa delle 11,30 non è presente mons. Alibrandi. Forse sarà stato invitato altrove per qualche celebrazione particolare. Battesimo della piccola Jessica Salicola. Le suore con un gruppo di ragazzi, con due pulmini, sono andate a Palermo per partecipare al meeting regionale del ‘Movimento della Speranza’, settore giovanile.

11. Lunedì. Coperto, levante. Pioggia. Suor A. Ermelinda riferisce che ieri all’andata hanno avuto un guasto molto serio ad un pulmino, nei pressi di Catania. Sono arrivati a Palermo intorno alle 13,00. Alle 17,30 riunione del Movimento della speranza dalle suore, spostata al lunedì al posto del martedì. Alle 17,30 prima richiesta di matrimonio PAVONE ANTONINO – BERTONE KATIA. Il signor Giufrè Francesco con il figlio Pippo lavorano alla porta grande della chiesa S. Antonio. Pare stiano sistemando una serratura di sicurezza ‘Mottura’. L’arciprete vuole abolire l’entrata della porta piccola laterale, alquanto insicura e fragile.

12. Martedì. Variabile. Coperto. Pioggia nel primo pomeriggio.

13. Mercoledì. Variabile. Freddo. Alle 11,30: matrimonio, nella Basilica, di SALVATORE BARBAGALLO con ROSITA PUGLISI. Presiede mons. Alibrandi, assiste l’arciprete Cannavò, suona il sac. Treffiletti. Pochi invitati. Lavori di sistemazione del tetto della Biblioteca Villadicaniense. Viene sostituita una trave di sostegno.

14. Giovedì. Bella giornata. Fresca. Lavori nel Municipio. Già da diverso tempo. Lavori di completamento sul tetto della Biblioteca. Dalle 18,30 ora di adorazione nella chiesa S. Pietro. L’arciprete annuncia per domani mattino la messa in opera all’ingresso della chiesa della statua marmorea  di S. Pietro. Il matrimonio DI CARLO-STRANO, già previsto per il 27 aprile, alle ore 10,30 nella chiesa di Lourdes, viene rimandato al mercoledì successivo, 4 maggio, sempre nella stessa chiesa ma alle ore 11,00.

15. Venerdì. Coperto. Freddo. Il marmista La Guzza di Linguaglossa e il muratore Oliveri di Solicchiata lavorano per sistemare all’ingresso della chiesa S. Pietro la statua di S. Pietro. Alla scuola media, alle 12,00 ca., un ragazzo riferisce la notizia dell’arresto del signor Gianni Nicotra, ragioniere del Comune. Il TGR 3 regionale delle 14,00 dà la notizia dell’arresto del Direttore Amministrativo del Comune di Castiglione di Sicilia, aggiungendo che nelle ultime elezione ha fatto parte del comitato elettorale del candidato dell’eletto di ‘Forza Italia’ Ilario Floresta. Cosa c’entra questo con la notizia dell’arresto? Pare che esso sia dovuto a false dichiarazioni dal Nicotra rese al PM dell’antimafia di Catania, su presunte attività mafiose di Benedetto Santapaola nella zona etnea. Anche altre emittenti locali riportano la notizia. Nel tardo pomeriggio, alle 19,20 ca., Franz Nastasi e altri riferiscono che il signor Nicotra è stato rilasciato e riportato a casa. E chi ripaga ora i danni subiti alla propria immagine dalle notizie diffuse a mezzo stampa e tv? Falso problema, a quanto pare, perché alle 21,40 una telefonata di don Achille, da Moio, chiedendo ulteriori notizie sul caso, aggiunge che Antenna Sicilia ha dato ampio risalto alla notizia, con foto, dicendo che il Nicotra è agli arresti domiciliari. A casa, sì, ma agli arresti.

16. Sabato. Variabile. Il TGR 3, nel notiziario delle 14,00, dà notizia che dopo il deputato messinese Pippo Pagano anche un altro eletto, il deputato Ilario Floresta, è indagato. Telecolor, in serata, mostrando immagini dell’intervista di Floresta a ‘Italia 1’, commenta che il deputato Floresta ha l’invidiabile primato di essere stato il primo parlamentare indagato della seconda Repubblica. Viene precisato che al signor Nicotra, arrestato il 13 aprile, sono stati concessi gli arresti domiciliari. Alle 15,30 prove di canto nella chiesa S. Pietro. Nella mattinata, alle 9,30, funerali della signora Giuseppa Sofia, di anni 92. Alle 11,00 matrimonio di FRANCESCA SAVOCA.

17. Domenica. Variabile. Coperto, vento. Un gruppo di Messina è in visita a Castiglione. Alle 10,00 l’arciprete celebra per loro una messa. Alla messa delle 11,30 XXV di matrimonio FILIPPO CHISARI – GIROLAMA PUGLISI. Celebra mons. Alibrandi. Il prof. Manitta riferisce di un incidente occorso ieri sull’autostrada all’avvocato del Sindaco del Comune, avv. Darrigo (?). Si sarebbe fuso il motore. I carabinieri, nel soccorrerlo, constatando che aveva a che fare con il Comune di Castiglione, in questi giorni sulla cronaca di tutti i giornali come centro mafioso, avrebbero pensato a qualche attentato.

18. Lunedì. Bella giornata. Da mezzogiorno in poi variabile. Prima tramontana, poi levante. Da questa sera sciopero dei benzinai fino a venerdì mattina. In mattinata parte per Palermo la superiora delle Figlie di S. Anna.

19. Martedì. Il tempo come ieri. Nel pomeriggio consigli di classe, sezione B, alla scuola media.

20. Mercoledì. Variabile. Alle 07,00 parte pellegrinaggio per Francavilla, per la festa del Crocifisso. E’ guidato da Suor Anna Celestina, delle Figlie di S. Anna. Partecipa un buon numero di fedeli. Diversi alunni della scuola media sono assenti perché al pellegrinaggio: la classe II B al completo (eccetto Luca Leanza). Alle 9,00 l’arciprete Don Gaetano Cannavò celebrarà la messa per i pellegrini di Castiglione. Il muratore Oliveri di Solicchiata lavora in canonica. Sembra debba rifare gli intonaci esterni dalla parte dell’orto. Sorpresa (18,15): la palma dell’orto è stata tagliata! Commenti? Tutto si poteva fare, tagliare i rami che toccavano il muro, innalzarla, ma mai tagliarla! E’ stata recisa! Un vero, vero grande peccato! L’arciprete Cannavò si vantava di averla piantata quando era vice-parroco, negli anni cinquanta. Pare che da ciò ne sia derivato il diritto di tagliarla, magari consigliato dall’infaticabile tuttofare Oliveri. Nel pomeriggio torna da Palermo la superiora delle Figlie di S. Anna.

21. Giovedì. Variabile. Continuano lavori nell’orto della canonica. Nel pomeriggio, dalle 16,00 ca. fino alle 20,00 ca., piove. Alle 19,15 un magnifico, intenso doppio arcobaleno tra Francavilla e monte Colla. Ora di adorazione alle 18,00 nella chiesa S. Pietro. Questa mattina la superiora delle Figlie di S. Anna. Suor Anna di Gesù è partita per Roma con alcuni giovani della Sicilia per partecipare al meeting nazionale del movimento giovanile della speranza. Tornerà martedì prossimo, 26 aprile. La prof.ssa Bellomo è rientrata a scuola, dopo una lunga assenza, dovuta prima a motivi di salute poi alla morte improvvisa del marito.

22. Venerdì. Variabile. Coperto in mattinata. Tramontana; freddo. A tratti piove. Lavori sistemazione della statua di S. Pietro all’entrata della chiesa S. Pietro, lato campanile, all’interno del’ex battistero. L’intarsiatore Pippo Musumeci da alcuni giorni sembra aver ripreso a lavorare nella sacrestia di S. Antonio alla pala d’altare. La RTA, nel notiziario della sera, riferisce notizia di un accordo tra l’arciprete di Castiglione e un certo De Vita per valorizzare il patrimonio artistico delle chiese di Castiglione. Parla anche di un certo Auteri …

23. Sabato. Bella giornata, tranquilla, veramente primaverile finalmente. Alle 11,00 matrimonio RIZZO – GIUFRE’. Il Rizzo è di Taormina. Entrambi infermieri. Nel pomeriggio, ore 16,00, matrimonio nella Basilica del signor MINISSALE SALVATORE e MASCALI SANTA LETIZIA. La signora è di Giardini. Dopo il matrimonio battesimo della figlia, Maria Catena. Generosa offerta del signor Minissale Carmelo. Anche delicato e signorile il modo di porgerla: in busta chiusa, discretamente. Alle 15,30 partita CASTIGLIONE-REAL BRONTE. Ha vinto il Castiglione, che pare possa salire nella seconda categoria.

santi-correnti24. Domenica. Bella giornata, primaverile, mite. Un gruppo di turisti guidato dal prof. Santi Correnti. Anche l’anno scorso, proprio in questo periodo, il prof. Correnti aveva portato in visita un altro gruppo. A fianco al professore ci sono Concetta Zullo e il papà (gioielliere). Visitano le diverse chiese e quant’altro ci sia da vedere. Si soffermano sulla chiesa S. Antonio. Partita si softball nella mattinata. Nel pomeriggio battesimo della piccola Alessia Barbera, chiesa S. Pietro. La messa a Verzella viene posticipata alle 19,00 (è in suffragio del signor Antonino Russo e della moglie Grazia) perché alle 18,00 si sostituisce il parroco di Moio, don Achille, che è partito con la scuola media di Francavilla in gita scolastica per la Liguria. Durante la messa amministrazione del battesimo al piccolo Angelo Strazzeri.

25. Lunedì. S. Marco. Festa della Liberazione. Variabile. Nel pomeriggio piove. Le manifestazioni previste per il 25 aprile si sono svolte senza disordini. Il clima dei giorni passati e certe polemiche avevano fatto temere scontri. La manifestazione nazionale si è svolta a Milano, sotto la pioggia. Contestato Bossi. Fini, a Roma, ha fatto celebrare nella Basilica S. Maria degli Angeli una messa di suffragio per tutte le vittime, dell’una e dell’altra parte. Il consueto incontro del Movimento della speranza oggi non c’è stato. Nel pomeriggio battesimo del piccolo Marco Giufrè.

mons-vincenzo-mancini26. Martedì. Variabile. Coperto in mattinata. Continuano lavori all’interno del Comune. Riunione di clero del VI vicariato a Randazzo, presso le Suore Ancelle di Gesù Sacerdote. Sono presenti: mons. Mancini, vicario foraneo; i sacerdoti Cannavò, Raciti, Savoca, Torrisi, Treffiletti, Dominici (Direttore Salesiani), Caruso, Cariola. Oggetto dell’incontro le ‘unità pastorali’ in vista del seminario di studio che si terrà nei giorni 20-23 del mese di giugno. Problematica, esperienze, elezione di un sacerdote giovane, oltre il vicario, e di due laici. Viene scelto don Carmelo Torrisi. Per i laici vengono proposti alcuni nominativi, ma non pare emergere una scelta ancora definitiva. Dalle 13,00 ca. fino al tardo pomeriggio pioggia sparsa, leggera. RTA annuncia per domani pomeriggio alle ore 17,00 nel salone della chiesa del Carmine una riunione straordinaria del Consiglio comunale.

don-Mariano-Lo-Giudice27. Mercoledì. Variabile, nella mattinata. Bella giornata, tramontana. Alle 10,30 matrimonio nella Basilica di CANTARELLLA ALFIO – DI PIETRO LAURA. Lo sposo è di S. Giovanni Montebello. A unirli in matrimonio è stato il parroco di S. Giovanni Montebello, p. Mariano Lo Giudice.

28. Giovedì. Bella giornata, fresca, tramontana. Qualche nuvola. Lavori nell’orto della canonica, signor Oliveri e figlio. Lavori all’interno del Comune. Negli uffici, nei corridoi del Comune giovani, diversi giovani, dall’aria sospetta. Aria di cospirazione. Sistemazione illuminazione per la festa della Madonna. Nel pomeriggio tempo coperto. Alle 17,00 silvio-berlusconil’onorevole Berlusconi riceve l’incarico dal presidente Scalfaro di formare il nuovo governo. Così il cambiamento sembra essere cominciato. Ora, veramente, l’Italia ha un altro volto: il volto del Nord. I politici emergenti e quelli che riescono a fare opinione pubblica sono tutti del Nord. La vecchia classe dirigente ‘sudista’ è sparita dalla scena. Se nell’ultimo cinquantennio la politica era in mano ad uomini del centro-sud, adesso è nelle mani dei pragmatici del Nord che, pare stanchi di essere governati dai soliti ignavi ‘terroni’, hanno finalmente deciso di ‘scendere in campo’ personalmente, massicciamente. Tutto merito della buona ‘Lega’.

29. Venerdì. Dalla prima mattinata piove. Tramontana. Il Papa non verrà a Catania e a Siracusa. Ieri sera, cadendo, si è rotto il collo del femore. Oggi intervento chirurgico al Gemelli. Rammarico e delusione dopo tanti preparativi. Primo giorno della novena in onore della Madonna della Catena, spostata alla seconda domenica proprio per permettere a quanti lo volessero di poter seguire il papa a Catania e Siracusa. L’arciprete, dopo la recita del rosario, va via per impegni. Privatamente ha prima celebrato la messa.

30. Sabato. Variabile. Alle 15,30 prove di canto nella chiesa S. Pietro. Viene ultimata la sistemazione della piccola statua in marmo di S. Pietro all’ingresso della chiesa. Lavori in muratura eseguiti dal signor Oliveri di Solicchiata. Anche i lavori nell’orto della canonica per il rifacimento della facciata sembrano finiti. Alle 17,00 XXV di matrimonio a Verzella: MESSINA GAETANO e AGATA SOFIA. Secondo giorno della novena: l’arciprete Cannavò si comporta come ieri: prima celebra, privatamente, la messa, poi, dopo la recita del rosario va via. Sembra per accudire la mamma. Ma in qualcuno comincia a sorgere qualche dubbio. Risentito con qualcuno? per qualcosa? Sia il primo giorno che oggi ha celebrato l’arciprete emerito Savoca. Naturalmente senza omelia. Un inizio in tono minore. Da lunedì fino a mercoledì predicherà don Enzo Di Mura; il triduo sarà predicato da padre Pio Memoria, cappuccino (lo stesso dell’anno scorso). Questa scelta ovvia rivela una certa stanchezza nell’arciprete. Forse troppo contrariato per la commissione della festa? Corre voce di una possibile dimissione del nuovo sindaco Bellia. Pare per incompatibilità con il suo lavoro. Verrebbe un commissario e poi nuove elezioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.