1999 OTTOBRE

1. Venerdì. 2. Sabato.

3. Domenica. Bella giornata. La messa delle 11,30 è celebrata dall’arciprete; amministrazione del battesimo ai piccoli Carmela Destro Pastizzaro e Clara Scavera. Nel pomeriggio il sac. Treffiletti celebra a Mitogio (17,00) e a Verzella (18,30). Per la messa vespertina nella chiesa S. Pietro è presente il vescovo indiano mons. Johannes Gorantla, accompagnato da Paternò dalla famiglia Ferrara (Gaetano …). Dorme in canonica, ultima stanza (‘del predicatore’).

4. Lunedì. Bella giornata. Alle 10,00 nella chiesa S. Pietro funerale della signora Maria Catena Damico in Furnari, di anni 83. E’ morta domenica notte alle 00,30. E’ stata portata nel pomeriggio da Catania dove era ospite della figlia a seguito di una caduta avvenuta nel mese di agosto.

5. Martedì. Bella giornata. Qualcuno vendemmia (‘Barbasco’, ‘Chiappimacina’; palmento a Pietramarina, Nino Damico). L’arciprete accompagna mons. Johannes Gorantla all’aeroporto di Catania. Riparte per Roma.

6. Mercoledì. Bella giornata. In mattinata trasporto del mosto (signor Vincenzo Giuffrè, 4,5 hl). Nel pomeriggio dalle 16,00 alle 19,30 collegio dei docenti al liceo ‘Amari’ di Giarre. Stesura del P.O.F., individuazione delle ‘funzioni – obiettivo’.

7. Giovedì. La messa vespertina è in Basilica. [Nel pomeriggio, dopo quasi un mese, ‘ritorna’ l’alimentatore!]

8. Venerdì. Variabile; coperto nel pomeriggio. Alle 16,30 riunione nella sacrestia della Basilica: relazione sull’altare da fare nella chiesa S. Pietro …

9. Sabato. Variabile; si abbassa la temperatura; tramontana. Vendemmia. Si parla sempre più spesso che Legambiente abbia denunziato i consorzi dell’acqua. Niente acqua nella campagne. L’Alcantara è completamente a secco, mai come ora. Sofferenti le campagne. Dove trovare l’acqua? Legambiente pare abbia denunziato i consorzi che usavano i pozzi. La cosa strana è che dal nostro territorio partono almeno tre acquedotti. Acqua per gli altri … E per la nostra agricoltura? Bisognerà in qualche modo provvedere. Si fa il nome del vicesindaco Carmelo Damico, come responsabile della locale associazione.

10. Domenica. Bella giornata; tramontana. La messa delle 11,30 è presieduta da mons. Alibrandi; l’arciprete amministra il battesimo al piccolo Fortunato Andrea Verduci. Nel pomeriggio viene da Catania padre Badami S. J. Incontro al Carmine con i giovani del cenacolo e poi messa vespertina nella chiesa S. Pietro. La funzione finisce verso le otto; fino alle 20,35 s’intrattiene ancora con il gruppo.

11. Lunedì. Bella giornata; tramontana.

12. Martedì. Bella giornata; caldo.

13. Mercoledì. Bella giornata; caldo. Assemblea di classe e poi d’Istituto al Magistrale. L’arciprete insiste sul fatto che spetta al parroco presiedere i momenti principali della vita della comunità. Cosi i matrimoni, i funerali, i battesimi, salvo eccezioni,  sono le occasioni che spettano principalmente al parroco presiedere. Lamenta che nel passato altri (don Rinuccio Di Marco) si siano arrogati il diritto, o per amicizia o altro, di celebrare queste ricorrenze. D’ora innanzi non sarà più così. Gli altri sacerdoti, se invitati, possono concelebrare, ma la presidenza spetta al parroco. Non per privilegio: sono momenti significativi in cui la figura del parroco non può mancare o essere facilmente accontentata per motivi che nulla hanno a che fare con la pastorale. Riferisce che  don Enzo Di Mura passerà forse nella diocesi di Acireale. Ha già parlato con il vescovo mons. Gristina, che a sua volta, ha già preso contatti con il vescovo di Messina, nella cui diocesi attualmente è presente don Enzo. Pare che a Graniti, dove si trova come vice parroco, sarà destinato un nuovo parroco, un sacerdote proveniente dalla Calabria. Don Enzo sarebbe incaricato della parrocchia di Passopisciaro, di Gravà e di Mitogio. L’arciprete aspetta con ansia e con grande gioia questo avvenimento. Furto qualche giorno fa nella casa del signor Patanè Enzo, in via Marconi. Sarebbe avvenuto nel pomeriggio. Si parla anche di un altro furto a danno di una persona nel quartiere S. Maria. Pare che i Carabinieri abbiano individuato gli autori, alcuni ragazzi, ma li hanno solo rimproverati. Si dice che qualche giorno fa è andato a fuoco una macchina nel quartiere dell’ospedale. Dovrebbe appartenere a qualcuno della famiglia Licitra. Si stanno ripetendo troppi fatti malavitosi da qualche tempo a questa parte. La gente vive nella paura. E’ la solita campagna d’autunno dei soliti ladri?

14. Giovedì. Ora di adorazione nella chiesa S. Pietro. Alla fine, in sacrestia, il signor Giuseppe Barbagallo, la moglie, il signor Silvestro e moglie, le signorine Angela Crò, Gabriella Consoli, Lucia Ucchino …, consegnano all’arciprete la somma raccolta a partire dal mese di agosto per l’altare: oltre 4 milioni di lire.

15. Venerdì. Variabile; tramontana.

16. Sabato. Variabile; tramontana; breve acquazzone prima di mezzogiorno. Terreni assetati. Questa mattina mons. Alibrandi e il fratello Nino sono partiti per Roma. L’arciprete riferisce di problemi esistenti tra mons. Alibrandi e il signor Purello Salvatore. Pare che questi, chissà per quali vie, risulti intestatario del suo palazzo e di qualche altro immobile. Una nipote starebbe cercando di risolvere la situazione …

17. Domenica. Variabile; coperto nel pomeriggio; levante. La messa delle 10,00 al Carmine e quella delle 11,30 a S. Pietro viene celebrata dall’arciprete. In nottata, in via Federico II, danno fuoco ad una macchina, la ‘Uno’ del signor Vincenzo Tizzone. Intervengono i pompieri verso le due di notte. Nella stessa ora pare che sia stata incendiata anche un’altra macchina a Solicchiata. Qualche settimana fa è stata bruciata un’altra macchina nella zona dell’ospedale, proprietario il signor Salvatore Licitra. Come mai tutti questi atti vandalici? Regolamento di conti tra giovani rivali? Diversi in questi ultimi tempi i furti. Sembra farsi strada una certa delinquenza minorile. Messa a Mitogio alle 17,00 e a Verzella alle 18,30. A Mitogio ieri sera è stato inaugurato un bar – pizzeria (Occhino), con la presenza del vice sindaco e di qualche altro assessore. La benedizione è stata fatta oggi prima della messa.

18. Lunedì. Variabile; levante; coperto. Alle 12,00, in Basilica, matrimonio SAVOCA VINCENZO – MARIASSUNTA PORTALE. Suona Franz Nastasi; cantano la fidanzato Giusy Savoca, la sorella Giusy e un’altra sorella della fidanzata. Inizia il tempo prolungato alla scuola media. ‘Sito’ di Tony Patanè sulla Madonna della Catena. Foto del signor Ignazio Abbate. Ammirevole l’intenzione. Ingenuo, molto approssimativo.

19. Martedì. Variabile; temporale con tuoni continui e violenta grandinata nella nottata, dalle 01.45 alle 02.45 ca. Dalle 10,00 alle 12,30 riunione di clero del sesto Vicariato e del quinto a Piedimonte, presso le suore Teatine. Presiede il Vescovo; interviene padre Carlo Chiarenza, nominato da poco coordinatore pastorale della diocesi. Nel pomeriggio l’arciprete accompagna i ministri straordinari dell’Eucarestia per partecipare a Giarre al corso di preparazione per il rinnovo del mandato.

20. Mercoledì. Variabile; levante; pioggia nel pomeriggio; aumenta nella tarda serata e per tutta la notte: finalmente! Il signor Oliveri Gerardo comincia lavori di rifacimento intonaci e blindatura nella stanza sopra la sacrestia S. Pietro, deposito dei paramenti liturgici. [Ore 17,30, aeroporto di Catania]. Alle 16,30 collegio dei docenti al liceo ‘Amari’ di Giarre: elezione degli incaricati per le funzioni-obiettivo. Dalle 17,00 alle 19,00 primo giorno del convegno pastorale presso lo ‘Spirito Santo’ ad Acireale. Si concluderà venerdì 22. Chi parteciperà?

21. Giovedì. Alle 16,00 a Giarre incontro dei coordinatori per discipline. Come sarà andato?

22. Venerdì. Variabile; tramontana. L’arciprete nel pomeriggio partecipa alla conclusione del convegno pastorale ad Acireale. Pare gli abbiano telefonato nella tarda mattinata, lamentando che in questi giorni non è stato presente nessuno della nostra parrocchia. Annullata la messa al Carmine; in Basilica celebra il sac. Treffiletti. Verso le 19,00 p. Orazio Anastasi, R. C. J. e tre Suore delle Figlie del Divino Zelo cercano l’arciprete per fissare per il mese di giugno del duemila una giornata di spiritualità nei locali del Carmine e in Basilica. Trovano il sac. Treffiletti. Si faranno sentire più in là. Porteranno una quarantina di giovani.

23. Sabato. Bella giornata; tramontana.

24. Domenica. Variabile. La messa delle 10,00 al Carmine è celebrata dall’arciprete. Alle 11,30, nella chiesa S. Pietro, presiede mons. Alibrandi. Si parla di qualche suo problema con il signor Salvatore Purello. Pare che questi risulti intestatario di alcuni immobili (il palazzo…) di mons. Alibrandi. Strana situazione. La signora Nicotra Maria, presente alla messa insieme al marito e alla figlia, al termine della funzione, avvicina prima l’arciprete e poi il sacerdote Treffiletti. Comunica che è sua intenzione di comprare per la Parrocchia un organo elettronico e due microfoni per il coro. I ragazzi del cenacolo stanno preparando i canti per il cinquantesimo di sacerdozio dell’arciprete. Vuole comprare una tastiera moderna con molti effetti come quella che ha sentito suonare a Cesarò. – Una meraviglia! Doveva sentire! Lei è disposto ad accompagnare i canti e a fare le prove con i ragazzi? Il sac. Treffiletti fa presente che non ha alcuna familiarità con questi strumenti ‘moderni’. Presenta alla signora la possibilità di rivolgersi a Franz Nastasi che è molto bravo. Ha suonato proprio per lo scorso matrimonio, accompagnando i canti eseguiti dalla sua fidanzata, dalla sorella e dalla ‘cognatina’. Perché non avvicinarlo? Sarebbe l’occasione anche per coinvolgere altri ragazzi. La signora dice di non conoscerlo ma che lo farà sicuramente tramite gli altri ragazzi. L’arciprete non sembra molto entusiasta di questi preparativi. Pensa che non riesce a liberarsi proprio della presenza di questi ‘cori’ che sembrano succedersi senza possibilità di un suo intervento. Le messe delle 17,00 a Mitogio e delle 18,30 a Verzella sono celebrate dal sac. Treffiletti.

25. Lunedì. In serata visita all’ospedale Garibaldi alla signorina Carmela P. Grave blocco psicologico. Non parla, da diversi giorni neppure mangia. Era cominciato verso la metà di settembre a scuola. I compagni cercano in tutti i modi di comunicare. Niente da fare, finora. E’ nutrita con le flebo. Quali motivi? Speriamo riesca a superare. Ha compiuto 17 anni il due ottobre. Al cardiopalmo la guida della macchina del cugino Giuseppe … Siamo ritornati!

26. Martedì. Sempre caldo; scirocco. Strana stagione. Alle 16,00, in canonica, incontro dei rappresentanti dei vari gruppi insieme all’arciprete per discutere sulla prossima festa del ventuno novembre: cinquantesimo di sacerdozio ed inaugurazione dell’altare. La funzione sarà nel pomeriggio alle 17,00. Oltre il vescovo diocesano, saranno presenti mons. Ignazio Cannavò, il vicario, il cancelliere vescovile. Quel giorno non ci saranno messe nelle altre chiese e in altri orari. Il triduo di preparazione sarà fatto nella chiesa del Carmine. Si pensa di chiamare qualcuno per la predicazione. L’arciprete avrebbe voluto inserire la proiezione di alcune cassette. I presenti non si mostrano favorevoli; riferiscono che la gente non apprezza molto queste proiezioni in chiesa.

27. Mercoledì. Caldo; scirocco; 39 gradi a Catania! Continua da diversi giorni l’eruzione dell’Etna, versante Nord, visibile da Bronte.

28. Giovedì. Caldo; scirocco; in serata tramontana. [16,30: aeroporto di Catania: Catania – Milano – Ginevra. Arrivo a Ginevra alle 21,30 ca.].

29. Venerdì. Caldo; processione per ottenere la pioggia in alcune zone della provincia di Caltanissetta (non piove da oltre nove mesi!). Alle 17,00, alla scuola media, elezione dei rappresentanti dei genitori nei consigli di classe.

30. Sabato. Caldo; tramontana. L’arciprete aveva annunciato che sarebbe dovuto andare a Caltagirone per l’altare. Rimanda. Si mostra un po’ sfiduciato sulla possibilità che l’altare possa essere collocato per il 21 novembre. Eventualmente rimanderà la cerimonia: non può fare venire il vescovo una seconda volta solo per consacrare l’altare.

31. Domenica. Bella giornata. La messa delle 10,00 al Carmine è presieduta dall’arciprete. La messa delle 11,30 nella chiesa S. Pietro è celebrata da mons. Alibrandi. Dopo la messa la signora Maria Nicotra, insieme alla figlia e al marito, consegnano all’arciprete la tastiera che hanno appena comprato con due microfoni per la parrocchia. Servirà per le prove di canto dei ragazzi del cenacolo. Nel pomeriggio sarà portata al Carmine dove si riuniscono ogni domenica. Dovrebbe venire a sistemarla e provarla Calogero di Cesarò. – E’ stato lui – dice la signora – che ci ha aiutato nella scelta. Se ne intende molto … Le messe delle 16,00 a Mitogio e delle 17,30 a Verzella sono celebrate dal sac. Treffiletti. Alle 16,15 vengono a Mitogio l’architetto Damino, il fratello, l’architetto Emmi (moglie del fratello). Fanno un sopralluogo al campanile. Nel passato sono caduti alcuni tratti del cornicione. La signora che abita vicino si era più volte rivolta a padre Matteo per fare qualcosa. Dopo la sua morte ha fatto scrivere dalla figlia, avvocato, alla Curia e al Comune. E’ presente anche l’avvocato con il marito. Il sac. Treffiletti porta la nomina della Curia: l’arciprete Cannavò è nominato amministratore parrocchiale. Viene depositata in archivio (nel primo cassetto a destra della scrivania della sacrestia).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.