1998 OTTOBRE

1. Giovedì. Variabile. Un signore di Moio Alcantara, residente in provincia di Rieti, ex carabiniere e ora sindaco, cerca qualcuno che possa fargli un certificato di battesimo per la figlia che dovrà sposarsi. A Moio gli dicono che p. Albano, assente, ha lasciato incaricato il sac. Treffiletti di Castiglione. Questi non sa come comportarsi. Telefona al vicario don Edmondo Fallone. E’ all’oscuro dell’assenza di padre Albano. Nel pomeriggio il sac. Treffiletti si reca a Moio e dopo tante ricerche riesce a trovare i registri e i moduli per il certificato. Ora di adorazione, nel pomeriggio, nella chiesa S. Pietro. Primo anniversario della morte di Luigi Puglia. Molti parenti in chiesa.

2. Venerdì. Variabile. Si dice in giro che Maria Barbagallo si sia ‘messa’ a Catania con una persona sposata e pare che quest’ultimo abbia lasciato la moglie. Pettegolezzi? Ieri è morto a Giardini il cognato del signor Barbagallo Giuseppe. Per la prima volta distribuisce la comunione agli ammalati la signorina Angela Crò.

3. Sabato. Variabile. Continua il lavoro di pulitura delle canne dell’organo di S. Pietro (sac. Treffiletti). Nel pomeriggio sono in visita alla Biblioteca fino a tarda ora due giovani di Passopisciaro. Uno risiede in Svizzera, a Baden. E’ iscritto all’Università, facoltà di Lettere. L’altra pare stia scrivendo una storia sulla frazione… Consulta il Filoteo e altri testi di storia siciliana.

4. Domenica. Variabile. Già da qualche settimana è cominciata la vendemmia. La messa delle 11,30 viene celebrata da mons. Alibrandi. Pochi fedeli. Come al solito Monsignore legge la predica su un vangelo che non è certamente quello dell’anno C. Il sac. Treffiletti dopo Verzella celebra la messa a Moio Alcantara. P. Albano è assente per motivi di salute (cure termali). Alla comunione si presenta un giovane vestito semplicemente di un sacco di iuta. Forse un voto nella festività di S. Francesco d’Assisi?

5. Lunedì. Variabile; tramontana; levante in serata. Il partito di RC toglie la fiducia al governo Prodi, prospettando una votazione negativa sulla finanziaria. Il presidente Cossutta si dimette. E’ in disaccordo con la linea dura del segretario Bertinotti. Lo giudica ‘avventurista’. Crisi … e poi?

6. Martedì. Variabile; levante; le condizioni del tempo tendono a peggiorare. Il maltempo che ha già investito il Nord si sta spostando verso il centro sud. Speriamo di no. Sono in tanti in questa settimana che vendemmiano.

7. Mercoledì. Variabile; pioggia nella prima mattinata; coperto, scirocco. Vendemmia (‘Barbasco’, ‘Chiappimacina’).

8. Giovedì. Variabile; non piove. Nel salone della scuola media inaugurazione dell’anno scolastico. Alla ‘Brancaleone’. Genitori in piedi, insegnanti in piedi, ragazzi ammassati in modo disordinato. Il direttore didattico, il prof. Stellario Musumeci, va via appena vede che l’arciprete, invitato per la benedizione, non viene. Sostituisce il sac. Treffiletti. Nel cortile della scuola segue il tradizionale pranzo della vendemmia. Fino a qualche anno fa, quando c’era il prof. Sciacca, si faceva nel cortile la vendemmia vera e propria. La scuola, preside la prof.ssa Eleonora Carciopolo, aveva anche comprato un piccolo torchio. Ormai abbandonato. ‘Conzu’ nel palmento del Dott. Buda. La ‘chianca’, per inesperienza, esce fuori dalla parte posteriore e, per fortuna, si ferma in bilico sull’asse di ferro anteriore e sul ‘conzu’. Viene chiamato il sig. Giuseppe Savoca e il sig. Isidoro Tizzone. L’esperienza di quest’ultimo rimette ogni cosa a posto. Un sospiro di sollievo. La parte posteriore ha ceduto perché il ‘conzu’ era fatto troppo avanti, cosicché quando ha poggiato è scivolato. Solo grande preoccupazione per quelli che nei giorni prossimi avrebbero dovuto vendemmiare (Panascì sabato …), ma niente danni. Il sig. Tizzone, che già aveva esperienza, l’ha rimesso a posto in pochi minuti facendo leva con un palo di ferro per rimettere al suo posto la ‘chianca’. Quando diversi anni fa erano stati fatti dei lavori nel palmento l’aveva già spostata. Ha agito con molto tranquillità e calma, coadiuvato dal sig. Savoca (cognato del Dott. Buda). Il ‘conzu’ in pratica viene sospeso; dalla pasta sarebbe ancora uscito molto mosto. Dopo lo spavento preso, è sembrato opportuno bloccare ogni cosa. Si era temuto l’irreparabile. Si trovava per caso il figlio del Dott. Buda, Vincenzo. Con un cellulare ha chiamato sua mamma e da questa si è fatto dare il telefono dello zio Peppino. Meno male che tutto è finito bene. Poteva succedere qualcosa di veramente grave. La presenza dell’asse di ferro nella parte anteriore ha bloccato subito lo scorrimento della ‘chianca’ in avanti che avrebbe procurato senz’altro un disastro. Tutto è avvenuto mentre l’addetto stava girando la vite per cercare di appendere la pietra sul ‘conzu’. Vedeva un’inclinazione poco convincente ma non avrebbe mai pensato che potesse succedere questo cedimento. Si è visto venire addosso la ‘chianca’ e miracolosamente fermarsi in bilico. Era già dall’inizio che non riusciva ad appendere la ‘pietra’. Appena ci provava,  la ‘chianca’ s’inclinava in avanti, storcendo la vite e appoggiando pochissimo nella parte posteriore. Non riusciva a capirne il perché. L’esperienza. Ci vuole l’esperienza. Mai pensava che questo accadeva perché la pasta era stata messa troppo avanti. Sempre da imparare. Meno male che è finito solo con un grande spavento e nulla più. Un ringraziamento speciale al signor Tizzone Isidoro!

9. Venerdì. Variabile; non piove. E’ in visita a Castiglione il Vescovo indiano mons. Johannes Gorantla. Pranzo al ‘Belvedere’. Non partecipa il sac. Treffiletti perché ‘impegnato’ a scuola. E’ presente il sac. Don Enzo Di Mura. Nel pomeriggio incontri e celebrazione della messa nella chiesa S. Pietro.

10. Sabato. Variabile; non piove. Molti a vendemmiare. In serata concelebra  in Basilica con l’arciprete don Salvatore Scuderi.

11. Domenica. Variabile; pioggia dalla prima mattinata fino alle 16,30 ca.; tramontana; si abbassa la temperatura. Molti a vendemmiare. Una brutta giornata. Diversi sono costretti a sospendere i lavori. La messe delle 10,00 nelle chiesa del Carmine viene celebrata da p. Scuderi. La messa delle 11,30 viene celebrata da mons. Alibrandi. Pochi fedeli. Alla fine della messa l’arciprete ricorda la visita di mons. Joahannes Gorantla avvenuta venerdì scorso e annuncia che l’anno prossimo il vescovo indiano ha intenzione di fermarsi per una settimana. Il sac. Treffiletti dopo la messa di Verzella celebra a Moio Alcantara.

12. Lunedì. Variabile, tramontana; non piove.

13. Martedì. Variabile; tramontana; pioggia nella tarda serata. L’arciprete vendemmia. Il sac. Treffiletti riprende, dopo una settimana di pausa, la pulitura delle canne dell’organo nella chiesa s. Pietro. E’ arrivato all’ottava fila dal centro, parte sinistra. L’organo sembra a poco a poco riacquistare un suono accettabile. Certo, ci vorrebbe un accordatore per completare il lavoro.

14. Mercoledì. Variabile; tramontana.

15. Giovedì. Variabile; tramontana. Nel pomeriggio ora di adorazione nella chiesa S. Pietro.

16. Venerdì. Variabile; tramontana. Vengono a far visita alla Biblioteca il Sovrintendente di Catania, il Dott. Ricipputi (?), una funzionaria, e l’autista. Sceglie alcuni volumi per il restauro. Testi di liturgia, edizioni giuntine.

17. Sabato. Bella giornata; tramontana. Nel pomeriggio, alle 16,30, riunione della Legio Mariae nella sacrestia di S. Pietro.

18. Domenica. Bella giornata; tramontana. La messa delle 11,30 viene celebrata da mons. Alibrandi. Da qualche giorno non funziona l’orologio elettrico della chiesa S. Pietro. Il sac. Treffiletti dopo la messa delle 17,30 a Verzella, celebra a Solicchiata. P. Orazio è assente, in vacanza.

19. Lunedì. Bella giornata; tramontana. Il signor Pippo Musumeci e il sig. Luigi Di Marco continuano a far visita all’arciprete.

20. Martedì. Variabile. Il sac. Treffiletti nella mattinata finisce di pulire le canne dell’organo della chiesa S. Pietro. Adesso bisognerebbe regolare i registri.

21. Mercoledì. Variabile. Il signor Oliveri sta lavorando nella sistemazione del sottoscala a fianco l’ingresso laterale della chiesa S. Pietro. Nel pomeriggio collegio dei docenti al liceo ‘Amari’ di Giarre sul nuovo esame di maturità.

22. Giovedì. Variabile; levante. Il signor Oliveri continua a lavorare nel sottoscala. Alle 16,45 collegio docenti della scuola comprensiva. Ora di adorazione nella chiesa S. Pietro.

23. Venerdì. Variabile; tramontana.

[?]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.