[1]

STATUTO ORGANICO

della

PIA OPERA  del Sac. GIUSEPPE CONIGLIO

di
CASTIGLIONE DI SICILIA

 

[2]

STATUTO ORGANICO

della

PIA OPERA del Sac. GIUSEPPE CONIGLIO

di
CASTIGLIONE DI SICILIA

Amministrata
dai
Fidecommissarî del tempo

_____________

 

Capo Primo

Origine – Sede – Scopo e Redditi

Art. 1°

La Pia Opera del Sacerdote Giuseppe Coniglio trae origine mercè il suo pubblico testamento del 31 Ottobre 1666 presso il Notaro Marco Antonio Leone di Castiglione di Sicilia.

Art. 2°

Detta Pia Opera ha sede in questo ridetto Comune di Castiglione di Sicilia – Circondario di Acireale – Provincia di Catania.

Art. 3°

Lo scopo dell’Opera conformemente alla volontà del Fondatore è quello del conferimento di un annuo legato di maritaggio

[3]

di £. 306 a favore di una di lui parente povera e più stretta in grado – Celebrazione di divine messe e concorso annuo nel mantenimento del Sacro Culto nella Madrice Chiesa.
Mancando parenti povere / come sopra / il legato verrà conferito ad altra orfana estranea del testatore purchè sia nelle condizioni volute dal testatore istesso.

Art. 4°

I mezzi coi quali si provvede al disimpegno di tutti gli obblighi imposti dal Fondatore col surripetuto suo testamento del 31 Ottobre 1666 sono costituiti di un’annua rendita sul Gran Libro del Debito Pubblico di £. 3274, costituita dal Real Governo in forza del Decreto Prodittatoriale del 17 Ottobre 1860 ed in surrogazione di un credito liquido e legalmente riconosciuto, che la Pia Opera vantava verso il Comune di Mineo.

 

Capo Secondo

 Amministrazione

Art. 5°

L’Amministrazione della Pia Opera è affidata per espressa volontà del Fondatore a due Fidecommissarî

[4]

in perpetuo: l’Arciprete del tempo, ed un parente del Testatore più stretto in grado.

Art. 6°

I sudetti Fidecommissarî s’atterranno al presente Statuto per ciò che riguarda l’indole e gl’interessi della Pia Opera, tenendo sempre di mira la volontà del Fondatore giusta il suo pubblico testamento sopra menzionato.

 

Capo Terzo

Impiegati

Art. 7°

La Pia Opera sarà servita di un solo impiegato che avrà le funzioni di Segretario Contabile.

Art. 8°

Il numero e lo stipendio degl’impiegati non potranno essere accresciuti senza l’Autorizzazione della Autorità tutoria.

Art. 9°

Il Fidecommissario Arciprete del tempo è il Tesoriere della Pia Opera, giusta la volontà del Testatore.
Detto Fidecommissario non è tenuto prestare idonea cauzione

[5]

essendo in fatto per effetto delle disposizioni testamentarie istesse responsabile delle rendite della Pia Opera.

Castiglione di Sicilia addì 1° Luglio 1883.

I Fidecommissarî

[Firme autografe]
Arcip.e Vincenzo Sardo
Antonino di Carlo

&

Annunci

2 risposte a "Statuto Organico della Pia Opera del Sac. Giuseppe Coniglio di Castiglione di Sicilia (1883)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.